(function(i,s,o,g,r,a,m){i['GoogleAnalyticsObject']=r;i[r]=i[r]||function(){ (i[r].q=i[r].q||[]).push(arguments)},i[r].l=1*new Date();a=s.createElement(o), m=s.getElementsByTagName(o)[0];a.async=1;a.data-privacy-src=g;m.parentNode.insertBefore(a,m) })(window,document,'script','//www.google-analytics.com/analytics.js','ga'); ga('create', 'UA-27054002-19', 'auto'); ga('send', 'pageview');
Vittorio Beltramelli
Vittorio Beltramelli

Vittorio Beltramelli

Vittorio Beltramelli nasce a Castelleone nel 1974 ,piccolo paese tra Cremona e Milano. Appena quindicenne entra nella scuola gastonomica di San Pellegrino

«E’dalle mie origini lombarde che ho coltivato il mio amore per la cucina. Molto giovane scopro la mia vocazione per questa arte al servizio del gusto. Fare la scelta della migliore materia prima, la condire, la cuocere, metterla in valore, questa è la mia visione di cuoco.»

Nel 1997 entra a far parte della brigata di Alain Ducasse nel suo ristorante LOUIS XV a Monaco. Dopo circa un anno ritorna in Italia per raggiungere Gualtiero Marchesi primo chef italiano ad ottenere le tre stelle Michelin. Là comincia una lunga collaborazione prima nel suo ristorante L’Albereta a Erbusco e poi nel 2001 a Parigi.
In effetti Gualtiero Marchesi da tutta la sua fiducia a Vittorio Beltramelli che diventa suo chef nel nuovo ristorante nel centro di Parigi; solo a 7 mesi dall’apertura la famosa guida Michelin premia Vittorio con una stella confermata per ben tre anni consecutivi. Dopo una parentesi di un anno a Mosca come consulente per piu ristoranti torna a Parigi come chef esecutivo dell’hotel Castille e del suo ristorante il Cortile anche quest’ ultimo premiato con una stella Michelin.

Dal 2010, si da ad una nuova sfida prendere i comandi delle cucine del ristorante Nolita con lo scopo di condividere il meglio della gastronomia italiana accompagnato da sua moglie Alejandra, Pasticcera con un percorso nei piu grandi Palazzi parigini, che firma la carta dei dolci di tutti i suoi ristoranti.

Dal 2011 diventa consulente della gastronomia italiana per Jean-Pierre Coffe nella trasmissione Viviment dimanche.

«La diversita delle specialita regionali implica un lavoro di ricerca dei prodotti direttamente in Toscana, in piemonte o in sicilia.»

Nous utilisons des cookies pour vous garantir la meilleur expérience sur notre site. Si vous continuez à utiliser ce dernier, nous considérerons que vous acceptez l'utilisation des cookies. Ok